Qualità degli alimenti e sicurezza in agricoltura

Certificazione dei Sistemi di Gestione Integrati nel Processo di Produzione Agricolo ed Alimentare

La cucina mediterranea tiene da molti anni una posizione di alto livello sia nazionale che internazionale. L’origine mediterranea, la purezza dei suoli, le condizioni climatiche ecc. contribuiscono ad una ‘facile’ adozione della cucina mediterranea da  parte di tutti i consumatori. Purtroppo  il controllo della qualità e della sicurezza alimentare non dipende sempre dal produttore e dal trasformatore. Le statistiche mostrano che molti alimenti vengono confiscati sia a causa di non conformità di produzione primaria (alta concentrazione di pesticidi), sia a causa del processo di trattamento e smaltimento (es. salmonella). In realtà, si possono trovare su internet diversi sistemi informativi a cura dell’UE per avvisare ed avvertire gli operatori ed i consumatori sulle questioni riguardanti gli alimenti non sicuri. Uno di loro è il «Sistema di allarme rapido», che è disponibile per sottoscrizione a tutte le parti interessate.

Al fine di ridurre ed eliminare lo smaltimento  di alimenti non sicuri per il consumatore, è stata adottata  l’idea di sviluppare nuovi standard di certificazione di prodotto comunemente, accettato da tutte le parti interessate sia a livello locale che globale. La partecipazione è stata spettacolare e norme come quelle della serie AGRO (Grecia), GLOBALGAP, LEAF Marque ecc sono stati sviluppate ed implementate, mentre nella maggior parte dei casi la creazione di standard è stata sostenuta da molte squadre di tecnici esperti di tutto il mondo.

Norme della serie AGRO sono state create ed implementate  a livello nazionale, mentre standard come GLOBALGAP, LEAF Marque, TESCO NURTURE ecc. potrebbero essere facilmente classificate come quelle accettate a livello internazionale. Esse sono chiare, semplici nelle loro richieste e ed orientate al consumatore. Sopra tutti questi sforzi, vi è stata la posizione comune degli scienziati, consumatori, grossisti, enti di certificazione e le altre parti interessate nella necessità di accreditamento per la maggior parte di questi standard.

La risposta da tutte le parti interessate è ammirevole ed ha uno scopo comune: cibo sicuro alla tavola del consumatore.

La norma AGRO 2.1-2.2 (Rural Environment Management – Sistema di Gestione Integrato di Produzione Agricola) è applicabile a tutte le colture ed è fortemente sostenuto dalle  cooperative tradizionali nonché dall’Ufficio di Agricoltura all’interno del Ministero. La certificazione secondo lo standard GLOBALG.AP, LEAF Marque, TESCO NURTURE, QS è stata dichiarata un prerequisito per l’acquisto e la vendita di prodotti agricoli. Questo requisito è stato stabilito da molti gruppi di consumatori e Supermercati in Europa e in tutto il mondo .. La risposta è grande, le associazioni di produttori provenienti da Cile, Sud Africa, Florida-USA, Spagna, Portogallo, Italia, Grecia, Cipro, Turchia, Egitto e altri paesi certificano i loro prodotti e li rendono disponibili a prezzi accessibili nei “mercati difficili”. Il costo certificazione è normalmente assorbito dal

prezzo di mercato del prodotto agricolo e, quindi, da parte del consumatore che è disposto a coprire la differenza, a condizione che il prodotto sia sicuro per il consumo.

Q-CERT opera in paesi di Europa, Asia eregioni dell’ Africa, attraverso una rete di partner ed enti che collaborano e forniscono servizi di certificazione accreditati attraverso l’accreditamento da parte di  E.SY.D. per lo standard AGRO 2.1-2.2 e in partnership esclusiva con certificazione NSF per la GLOBALGAP, TESCO NURTURE, LEAF Marque, standard QS.